Dal 1° gennaio è obbligatorio per legge far pagare il sacchetto

Divieto di commercializzazione delle borse di plastica

L’obiettivo è la riduzione dell’uso della plastica, le vecchie buste dovranno essere sostituite da buste in materiali biodegradabili che, dal 1° gennaio 2018, non sarà più possibile cedere a titolo gratuito. È pertanto obbligatorio farle pagare quando vengono date agli utenti.

La busta diventa un bene che va venduto all’utente. Il prezzo di vendita, fissato dalla Direzione delle Farmacie comunali – sulla base del costo di acquisto – è di € 0,02 per i sacchetti piccoli, € 0,05 per quelli grandi e deve risultare dallo scontrino fiscale.

Per le violazioni degli obblighi di legge sono previste pesanti sanzioni (fino a € 25.000).

Lo stabilisce, ottemperando ad apposite norme europee, un Decreto legge (20 giugno 2017, n. 91) di modifica del Testo unico ambientale (D.Lgs. 3 aprile 2006, n. 152).

Siamo sensibili e condividiamo la necessità di ridurre la produzione di materiali inquinanti a tutela dell’ambiente, anche se comprendiamo il disagio per gli utenti e ci scusiamo.

Nelle Farmacie comunali sarà comunque possibile avere gratuitamente i tradizionali pacchetti incartati.

Scarica il volantino